Per dimagrire e per mantenere i risultati della dieta, dovete iniziare con il piede giusto: ad esempio se vi dite “Se riuscirò a seguire questa dieta solo per alcune settimane, ce la farò a perdere da due a cinque chili”, probabilmente recupererete il peso perso. Provate invece a motivarvi dicendo: “Mi impegno a seguire una condotta di vita più sana.”

Ci tengo a precisare che anche l'estremizzazione della dieta non rappresenta un comportamento corretto. Pur col sostegno di certi integratori alimentari, organizzare la dieta abbattendo i carboidrati (nella speranza di aumentare l'ossidazione dei grassi) può determinare l'incremento eccessivo del catabolismo muscolare; è dunque sufficiente assumere non meno del 45% di carboidrati, a basso indice glicemico e facendo attenzione a non eccedere con le porzioni (un carico glicemico eccessivo potrebbe sollecitare eccessivamente l'aumento di insulina).


«L’uomo è più a rischio di accumulare adipe su tronco e addome per questione ormonali: quando accumula grasso più che su braccia, gambe e fianchi, lo incamera sull’addome, ma questo grasso può diventare pericoloso per la salute. – spiega Raffaella Cancello, nutrizionista presso il Dipartimento di Scienze mediche e riabilitative ad indirizzo endocrino e metabolico dell’Istituito Auxologico di Milano – Una buona norma è misurare la circonferenza della vita.
Imparerete come eliminare le cattive abitudini alimentari che vi hanno fin ora impedito di perdere peso costantemente, cosi da essere in grado di individuare gli alimenti giusti per voi e saperli cucinare in modo light. Chiunque può dimagrire se segue con regolarità i consigli e le tecniche elaborate in questo libro. Scoprirete che non è poi così difficile dimagrire se si sa come farlo!
Noia a parte, perché camminare senza una meta per 60 minuti è stremante (e non in senso fisico), è solo la musica che mi aiuta a tenere il ritmo. Io stimo davvero tutti quelli che trovano piacere nella corsa, ma personalmente non riesco a trovare un solo motivo per cui non dico che mi appassioni, ma anche solo che non me la faccia odiare. Proprio non mi piace, ma lo faccio solo perché ho il fermo obiettivo di perdere peso e di farlo in maniera sana e camminare mi aiuta a raggiungere lo scopo. A darmi il colpo di grazia ci sono dei simpatici dolorini che sopraggiungono dopo i 40 minuti: puntuali come un orologio svizzero iniziano a farmi male l'anca e le piante dei piedi. Non so se stai incontrando anche tu i miei stessi problemi, ma se così fosse ecco cosa consiglia il Dott. Rosa:
Una corretta alimentazione prevede di fare un’abbondante colazione, un pranzo adeguato e una cena leggera. Tra i pasti principali è consigliato fare degli spuntini leggeri e non eccessivi, a base di frutta fresca o secca (mandorle, noci). Sono tanti i nutrizionisti che suggeriscono anche di alimentarsi con frullati e centrifughe di frutta e verdura per disintossicare e drenare l’organismo.
Salve, sono alta 170 e peso 56 kg. Pratico regolare attivita' fisica 3 volte la settimana, facendo un'ora di esercizi a corpo libero e pesi lavorando addome gambe braccia, e circa 40 min di cardio. Il mio problema è il giro vita che nell'ultimo anno nonostante attivita' e alimentazione corretta è lievitato. Tieni conto che io ho sempre avuto la vita da vespa. Come posso fare per ovviare a questo problema che tra l'altro mi fa veramente vivere male perchè le ho provate tutte compreso un ciclo di 12 sedute tra massaggi e drenaggi con i macchinari ma niente da fare...Attendo con ansia notizie grazie.  
«Di fatto il rischio cardiovascolare e cardiometabolico aumenta e alla base di tutto questo processo c’è l’insulino resistenza: si altera la funzionalità degli organi, il che crea una ridotta resistenza all’insulina, quindi aumenta il rischio di sviluppare patologie vascolari come infarto, ictus e tutte le patologie correlate al diabete, all’ipertensione all’ ipercolesterolemia. »

Un esempio potrebbe essere una corsa veloce della durata di 20 secondi seguita da un riposo della durata di 10 secondi, in cui volendo possiamo anche decidere di camminare (riposo attivo). Questo tipo di allenamento è concentrato in un periodo breve e intenso che porta ad un alto dispendio energetico durante e dopo la fine dell’allenamento… esatto, continuerete a bruciare calorie per ore e a riposo! Non è fantastico? https://www.youtube.com/watch?v=TyXnVTALGM0
×