1. Non saltare mai pasti, anzi frammenta più che puoi la dieta. Una ricca colazione, associata a un paio di spuntini leggeri mattutini, come frutta e verdure crude, ti permetteranno di gestire agevolmente la prima parte della giornata. Nel pomeriggio prova ad usare frutta secca come spuntino e tisane o tè verde, potrai così controllare l’appetito accelerando il metabolismo;
Certo, dirlo sembra facile e quasi scontato, ma nella pratica come stiamo messi? Non troppo bene. Basti pensare al fatto che gli zuccheri sono contenuti in cibi e bevande che assumiamo di routine, senza neanche rendercene conto, e che magari pensiamo anche ci facciano bene. Un esempio? State facendo un allenamento intensivo, sono già passati 40 minuti, siete assetati e sentite di aver bisogno di sali. Nel distributore a due passi da voi ci sono almeno quattro gusti di Gatorade diversi. Che fate? Io qualche idea ce l’avrei!

Inizia a bere solo acqua. L'acqua purifica il tuo organismo, espellendo le tossine in eccesso, e facilitando il dimagrimento. Inoltre, l'acqua non ha calorie, e questo la rende una scelte migliore delle bibite zuccherate. In effetti, se riesci a bere solo acqua, sarà più facile perdere peso. Se hai voglia di qualcosa di più saporito di tanto in tanto, bevi del tè senza zucchero.

Anche per eliminare il grasso addominale, le fibre solubili rappresentano un nostro grandissimo alleato. La fibra solubile, infatti, assorbe l’acqua e forma un gel che aiuta a rallentare il cibo mentre passa attraverso il sistema digestivo, rallentando i tempi di svuotamento gastrico, aiutandoci a sentirci sazi più a lungo e, quindi, a mangiare naturalmente meno.
Analizziamo insieme alcuni modelli scelti non per il loro stile ma perché valorizzano forme del corpo diverse e per questo stanno bene a donne diverse. La scelta di un abito così importante risulta molto più semplice perché si scartano già a priori molti modelli, si preferiscono soluzioni che portano l’attenzione in un determinato punto e solo alla fine la scelta verterà su un modello per questioni di stile.

«Il grasso non contiene acqua ed è senza elettroliti – conclude Ferrero – E il tessuto adiposo oppone maggiore resistenza rispetto ai tessuti magri o all’acqua: grazie a questo si riesce a determinare la presenza di grasso viscerale. L’esame è poco costoso e riproducibile e serve per vedere i cambiamenti, se il grasso si mobilizza: è un bell’ incentivo, funziona come un feedback che si può ripetere mensilmente durante un dimagrimento, oppure una volta l’anno.»
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.
Certo, dirlo sembra facile e quasi scontato, ma nella pratica come stiamo messi? Non troppo bene. Basti pensare al fatto che gli zuccheri sono contenuti in cibi e bevande che assumiamo di routine, senza neanche rendercene conto, e che magari pensiamo anche ci facciano bene. Un esempio? State facendo un allenamento intensivo, sono già passati 40 minuti, siete assetati e sentite di aver bisogno di sali. Nel distributore a due passi da voi ci sono almeno quattro gusti di Gatorade diversi. Che fate? Io qualche idea ce l’avrei!

Come nutrizionista, presto molta attenzione all’eventuale presenza di adipe viscerale di una persona. A tal scopo, misuro tramite ecografia ad ultrasuoni lo spessore del grasso sottocutaneo (che, ricordo, è quello superficiale ed è quindi misurabile in spessore). A ciò associo la misura del girovita e del rapporto vita/fianchi. Un soggetto che ha un grasso sottocutaneo sottile e che contemporaneamente ha un giro vita superiore alla norma ha probabilmente un eccesso di adipe viscerale.

Per quanto riguarda il pranzo in questo caso potete usare i creali integrali, sconsigliati invece a cena, scegliendo tra pasta o riso integrali, con un uovo sodo magari e tanta verdura cruda e fresca. Per la cena evitate i carboidrati di qualsiasi tipo visto che da lì a poco andrete a dormire ed il vostro organismo non potrà bruciarli, e mangiate proteine magre come pesce o carni bianche, accompagnate dall’immancabile verdura e da un frutto se ancora avete fame.
Non ci stancheremo mai di dirvelo, bere molta acqua è l'abitudine più giusta da adottare, sempre, in qualsiasi circostanza, almeno un litro e mezzo al giorno. Soprattutto se siete reduci da tanti pranzi e cene molto caloriche e grasse, l'acqua sarà un toccasana per depurare il vostro organismo, quindi portate sempre con voi una bottiglietta da mezzo litro cos¡ non ve ne dimenticherete e ce l'avrete sempre a portata di mano.

Prendi nota di cosa mangi e di quando ti alleni. Se i cambiamenti alla tua vita fossero permanenti, prendere nota di tutto potrebbe solo demotivarti. Ma dal momento che si tratta di soli 14 giorni, è fattibile. Tenere un diario ti aiuterà a notare i momenti di debolezza e di forza, e a controllare i tuoi progressi - una sensazione meravigliosa. Sono la prova del tuo buon lavoro.

ATTENZIONE! Sottolineo ancora una volta che quanto scrivo si riferisce esclusivamente a persone sane, fisiologicamente normali e prive di patologie. Se per certi soggetti dimagrire velocemente, anche nei limiti consigliati, rappresenta un fattore nocivo (ad es. nei casi di malattie renali ed epatiche, malattie delle ossa, malnutrizione, gravidanza, allattamento ecc.), per altri soggetti rappresenta un'inequivocabile via di salvezza (grandi obesi con rischio cardio-vascolare molto elevato e provocato da: ipertensione, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, diabete mellito tipo 2, difetti cardiaci o circolatori, difetti della ventilazione polmonare ecc.).

4. Molto importante è la scelta del pubblico che ti accompagna. La scelta dell’abito è un momento che va vissuto in intimità. Non è uno show per altri che distoglie solo concentrazione. Scegli con molta cura le persone che vengono con te. Consigliamo solo famigliari stretti o persone che ti conosco benissimo e ti consigliano rispettando il tuo gusto, stile e personalità. Dunque poche persone (indicativamente massimo tre) e fidatissime. E ricordati che più persone vedono il tuo abito meno effetto sorpresa ci sarà il giorno del tuo matrimonio, quando veramente dovrai lasciare tutti a bocca aperta per ammirarti nel momento in cui il risultato finale sarà perfetto, con l’abito personalizzato sul tuo corpo, il trucco e l’acconciatura.


La fede, anche per il suo nome, è   legata a doppio filo con il significato del matrimonio. Infatti fede, in latino “fides” vuol dire fedeltà. È un anello poi, a consacrare il matrimonio, e non un altro gioiello, perché da sempre nella storia l’anello simboleggia i momenti importanti. Pensa nel Medioevo, quando con una fede si incoronavano Re e Imperatori. Anche il pontefice riceve un anello raffigurante la barca di San Pietro contornata dal nome del Papa. L’anello, utilizzato per sigillare le epistole papali, e che viene spezzato alla morte del pontefice.
Quindi a te che come me non butti mai via niente, perché non si sa mai che un giorno potresti rientrare nei tuoi vecchi vestiti... Sì, proprio a te dico che fai bene! Perché i vestiti sono il vero indice di quanto stai dimagrendo. E della forma del corpo che cambia. Anche se non sei magrissima ma fai sport, vedrai dopo poco la metamorfosi a cui il tuo corpo va incontro. https://www.youtube.com/watch?v=8GVZYDOBMXk

Bouquet con unico fiore: si tratta di una scelta insolita ma pur sempre elegante e raffinata. Va bene per abiti aderenti, a sirena o a colonna. La peonia è un fiore che si presta molto per essere usata singolarmente grazie alla sua forma così ampia e consistente; che si tratti dei vostri centrotavola DIY o di un bouquet di peonie singolo il risultato finale è comunque d'impatto. https://www.youtube.com/watch?v=eXyOlGTT9QE
×