Potete scrivere al responsabile del trattamento Responsabile Privacy, al seguente indirizzo email rlenzini@pacinieditore.it per avere maggiori informazioni e per esercitare i seguenti diritti stabiliti dall’art. 7, D. lgs 196/2003: (i) diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali riguardanti l’interessato e la loro comunicazione, l’aggiornamento, la rettificazione e l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge; (ii) diritto di ottenere gli estremi identificativi del titolare nonché l’elenco aggiornato dei responsabili e di tutti i soggetti cui i suoi dati sono comunicati; (iii) diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati relativi all’interessato, a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazioni commerciali.

Il primo, quello più tradizionale, si basa sull'ossidazione diretta dei lipidi all'interno delle cellule muscolari. Questo tipo di attività fisica deve avere le seguenti caratteristiche: lunga durata (non meno di 25-35', fino a 60-90') e intensità compresa nella così detta fascia aerobica, tendenzialmente lipolitica, che varia in base alla soggettività ma è sempre inferiore alla soglia anaerobica. In pratica, più a lungo ci si allena a intensità moderate, più aumenta lo smaltimento dei lipidi (utilizzati per sopperire alle richieste energetiche dell'allenamento)
Altro consiglio per rimettersi in forma al più presto è di evitare di mangiare troppo spesso fuori con gli amici; che sia ristorante, pizzeria o pub, per non ingrassare l'ideale è mangiare cibi cucinati da voi stesse, in modo da sapere per certo il contenuto e come sono state cucinate, quindi se con poco olio, che non siano state fritte, con alimenti di qualità ecc.
Un misto di eleganza e incredibile sensualità regalano agli occhi di chi vi guarderà gli abiti da sposa in pizzo a sirena. Il punto, però, è che si tratta di un abito non adatto a tutte le donne, poiché ‘seleziona’ da solo la donna che lo deve indossare: l’ideale è avere un corpo slanciato e snello, ma non magrissimo. La cosa importante per chi sceglie di indossare un abito da sposa in pizzo a sirena è quella di avere una giusta proporzione tra seno, vita e fianchi, per ottenere la celebre forma a clessidra che questo abito da sposa, come nessun altro, riesce a regalare. La prima cosa, quindi, è guardarsi allo specchio e capire se questo è l’abito che fa per noi!
Gli autoabbronzanti sono dei prodotti generalmente sotto forma di crema, salvietta o spray che, grazie all’azione del Dha (un estratto della canna da zucchero), riproducono l’effetto dell’abbronzatura solare. Le formulazioni di ultima generazione riducono al minimo il rischio di macchiare il vostro meraviglioso abito da sposa in pizzo. Attenzione, però, a non dimenticare alcune accortezze: prima di tutto, provate il prodotto qualche mese prima, per assicurarvi di non riscontrare nessun effetto secondario. Poi, applicate l’autoabbronzante almeno dieci minuti prima di vestirvi, avendo cura di lavarvi accuratamente le mani dopo averlo steso per bene. Infine, assicuratevi di avere una pelle ben idratata per un effetto più naturale.
1 Perdere grasso della pancia andando su una dieta a basso contenuto di carboidrati come la Atkins per un paio di settimane. Aumentare gradualmente l'assunzione di carboidrati dopo il grasso della pancia si è ridotto di un paio di centimetri. Quando si aumenta i carboidrati, essere sicuri di mangiare un sacco di carboidrati complessi, come frutta e verdura. Essere sulla dieta Atkins dovrebbe ridurre l'appetito pure. Una dieta ricca di proteine ​​vi aiuterà a bruciare i grassi invece di muscoli.

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti. 

Probabilmente non sarà facile capire esattamente di quanta energia ha bisogno il vostro organismo e quante calorie dovrete togliere per raggiungere un determinato peso, ma certamente non sarà impossibile. In questo articolo spiegheremo i principi di base del dimagrimento, ma vi consigliamo di chiedere comunque consiglio al dietologo o al medico per elaborare un programma personalizzato.
Per chi ha un fisico “a clessidra”, quindi proporzionato, l’abito da sposa ideale è il modello a sirena, anche se tutti i modelli saranno perfetti per far risaltare tutti i punti di forza di una corporatura proporzionata. Per le donne con un fisico “a pera”, cioè con spalle strette e fianchi larghi, l’abito da sposa adatto a valorizzare la parte superiore è uno stile a impero o a principessa; anche per chi ha un fisico “a mela” è indicato un abito da sposa a impero o a principessa, capace di valorizzare la scollatura. Chi ha un fisico “a triangolo capovolto”, invece, con spalle larghe e fianchi stretti, potrebbe optare per un modello a sirena; infine, chi ha un fisico “a rettangolo”, con le spalle e i fianchi della stessa larghezza, la futura sposa dovrà puntare a valorizzare le forme e le curve femminili, con scolli a cuore e importanti decorazioni. https://www.youtube.com/watch?v=7IB1AUnLuLs
Ai sensi degli articoli 15-20 del GDPR l’utente potrà esercitare specifici diritti, tra cui quello di ottenere l’accesso ai dati personali in forma intelligibile, la rettifica, l’aggiornamento o la cancellazione degli stessi. L’utente avrà inoltre diritto ad ottenere dalla Società la limitazione del trattamento, potrà inoltre opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati. Nel caso in cui ritenga che i trattamenti che Lo riguardano violino le norme del GDPR, ha diritto a proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali ai sensi dell’art. 77 del GDPR.

Gli autoabbronzanti sono dei prodotti generalmente sotto forma di crema, salvietta o spray che, grazie all’azione del Dha (un estratto della canna da zucchero), riproducono l’effetto dell’abbronzatura solare. Le formulazioni di ultima generazione riducono al minimo il rischio di macchiare il vostro meraviglioso abito da sposa in pizzo. Attenzione, però, a non dimenticare alcune accortezze: prima di tutto, provate il prodotto qualche mese prima, per assicurarvi di non riscontrare nessun effetto secondario. Poi, applicate l’autoabbronzante almeno dieci minuti prima di vestirvi, avendo cura di lavarvi accuratamente le mani dopo averlo steso per bene. Infine, assicuratevi di avere una pelle ben idratata per un effetto più naturale.
Per le spose più tradizionaliste, si possono scegliere anche guanti decorati, lunghi o corti, capaci di dare quel tocco in più, chic e raffinato. Il raso e il pizzo rimangono i due tessuti più richiesti e il bianco il colore più gettonato. Perfetti prima della cerimonia, si tende a non indossarli più, per avere le mani libere per l’anello, ma spesso si possono rimettere per le foto e per il tragitto dalla cerimonia al ricevimento.
Per avere una pancia snella, la tua migliore amica è l’acqua. Bevine almeno 1 litro e mezzo al giorno, a piccoli sorsi e lontano dai pasti, altrimenti prolunghi la digestione e crei ulteriore gonfiore. L’acqua rende la pelle luminosa, depura dalle tossine, contrasta la cellulite e sgonfia la pancia! Ottime anche le tisane, gli infusi, i centrifugati di frutta e verdura. E l’acqua tiepida con succo di limone da bere ogni mattina, appena ti svegli, a digiuno. Se l’acqua è un vero elisir di bellezza, non si può certo dire altrettanto di bibite gassate, succhi di frutta dolcificati, vini dolci e superalcolici, che disidratano: sono i veri nemici di una pancia piatta!
Riguardo all’attività fisica, i risultati degli studi sin ora fatti sono chiari: i tipi di allenamento adatti per combattere l’adipe viscerale sono di tipo prolungato e continuo a medio-alta intensità, oppure di tipo intervallato ad alta intensità (high intensity interval training – Hiit). Recenti studi hanno messo a confronto i due tipi di allenamento ed entrambi hanno mostrato comparabili effetti di dimagrimento sul grasso viscerale, a parità di calorie bruciate. Pertanto, l’Hiit si rivela un vantaggio per coloro che non hanno molto tempo da dedicare all’attività fisica. Sono infatti sufficienti 20 minuti di attività fisica intensa intervallata (fasi di alta intensità seguita da fasi di bassa intensità, ripetute ciclicamente) 3-4 volte a settimana per avere ottimi risultati (contro i 40-45 minuti minimi necessari per l’allenamento prolungato e continuo). https://www.youtube.com/watch?v=CxktmQ3zJOA
×