1. Prima di recarti in Atelierper la prova dell’abito,documentati guardando foto di abiti pubblicate su internet, nel nostro sito o sulla pagina Facebook dove condividiamo gli abiti in anteprima quando andiamo ai vari Fashion Show, o ovunque tu preferisca, per cercare di individuare lo stile dell’abito che più rispecchia il tuo gusto. E se riesci salvati le immagini, perché quando verrai a trovarci in Atelier ti chiederemo di descriverci come t’immagini il tuo abito e le foto sono di grande aiuto.

4.  Molto importante è la scelta del pubblico che ti accompagna. La scelta dell’abito è un momento che va vissuto in intimità. Non è uno show per altri che distoglie solo concentrazione. Scegli con molta cura le persone che vengono con te. Consigliamo solo famigliari stretti o persone che ti conosco benissimo e ti consigliano rispettando il tuo gusto, stile e personalità. Dunque poche persone (indicativamente massimo tre) e fidatissime. E ricordati che più persone vedono il tuo abito meno effetto sorpresa ci sarà il giorno del tuo matrimonio, quando veramente dovrai lasciare tutti a bocca aperta per ammirarti nel momento in cui il risultato finale sarà perfetto, con l’abito personalizzato sul tuo corpo, il trucco e l’acconciatura. https://www.youtube.com/watch?v=aGtwMA5_mUo


4.  Molto importante è la scelta del pubblico che ti accompagna. La scelta dell’abito è un momento che va vissuto in intimità. Non è uno show per altri che distoglie solo concentrazione. Scegli con molta cura le persone che vengono con te. Consigliamo solo famigliari stretti o persone che ti conosco benissimo e ti consigliano rispettando il tuo gusto, stile e personalità. Dunque poche persone (indicativamente massimo tre) e fidatissime. E ricordati che più persone vedono il tuo abito meno effetto sorpresa ci sarà il giorno del tuo matrimonio, quando veramente dovrai lasciare tutti a bocca aperta per ammirarti nel momento in cui il risultato finale sarà perfetto, con l’abito personalizzato sul tuo corpo, il trucco e l’acconciatura. https://www.youtube.com/watch?v=aGtwMA5_mUo
Se pensate che il digiuno possa farvi dimagrire velocemente, vi sbagliate di grosso. Digiunare rallenta il metabolismo, il primo responsabile del dimagrimento, e soprattutto vi priva di energie preziose che vi servono per affrontare la vita quotidiana. Mangiate cibi sani e non saltate i pasti, affidatevi a centrifugati detox a base di frutta e verdura e avvicinatevi ad alimenti dalle proprietà dimagranti come lo zenzero.
Una cosa fondamentale da sapere per chiunque voglia raggiungere il proprio peso forma, è come funzionano la massa grassa e la massa magra presenti nel nostro organismo e come mai sono così strettamente collegate tra di loro. La massa grassa è formata da tessuto adiposo che si va a formare sia sotto la nostra cute (questo tipo di grasso, in piccole quantità, non è tanto rischioso per la nostra salute quanto antiestetico), sia intorno a tutti gli organi interni (questo grasso, detto grasso viscerale, è molto dannoso invece per il nostro organismo se supera una percentuale di circa il 12,5% del nostro indice di massa corporea).
Infine un trucco per dimagrire in una settimana è quello di introdurre in tutti i pasti le proteine magre le quali presentano diversi aspetti per perdere peso. Prima di tutto sono un ottimo nutriente che non solo sazia prima ma impiega più tempo ad essere digerito. Infine le proteine sono utili a mantenere la massa magra del corpo, che è quella che non dobbiamo perdere mentre dimagriamo. Le proteine migliori da assumere sono quelle di uova, manzo, pesce e pollo.
Evita i carboidrati bianchi. Gli alimenti come pasta e biscotti sono ricchi di carboidrati semplici, che non sono altro che zuccheri in incognito. Questi piccoli nemici fanno salire i livelli di insulina, aumentando i depositi di grasso, e di conseguenza facendoci ingrassare. Per ridurre i picchi di glicemia, elimina i carboidrati lavorati - ovvero riso, pane e patate, oltre a biscotti, torte, ciambelle, patatine e gelati.[3]

L'equilibrio nutrizionale prevede una ripartizione dei macronutrienti energetici pari a: circa il 45-65% di carboidrati, il 25-30% di lipidi ed il resto dell'energia rimanente in proteine; le percentuali possono variare leggermente. Inoltre, la dieta deve garantire l'apporto di sali minerali e vitamine, oltre che di fibre ed altre componenti nutrizionali (fitosteroli, lecitine, polifenoli ecc)
Il raso è un tessuto leggermente lucido, raffinato e di ottima vestibilità, mentre lo chiffon si contraddistingue per la sua eleganza e leggerezza, così come il pizzo. L’organza è un tessuto elegante e sensuale, ottimo per creare effetti di trasparenza, mentre il tulle, caratterizzato per la sua particolare morbidezza, è perfetto per giocare con le gonne ampie. Infine, il taffetà: è un tessuto più rigido, capace di modellare le forme della futura sposa. https://www.youtube.com/watch?v=mDHGaU_jGrQ
×