L'equilibrio nutrizionale prevede una ripartizione dei macronutrienti energetici pari a: circa il 45-65% di carboidrati, il 25-30% di lipidi ed il resto dell'energia rimanente in proteine; le percentuali possono variare leggermente. Inoltre, la dieta deve garantire l'apporto di sali minerali e vitamine, oltre che di fibre ed altre componenti nutrizionali (fitosteroli, lecitine, polifenoli ecc)
buon giorno dottore ho 77 anni sono alto 1,80 peso 87 kg tutte le mattine faccio 20 minuti di cyclet non prendo latte a colazione anche se mi piace moltissimo ,prendo una tazza di the verde con fette biscottate o biscotti a meta mattina piu tre noci ed appena alzato prendo sempre un succo di limone tiepido mangio parecchia verdura e frutta pero non riesco a scendere di peso gli esami sono tutti regolari colesterolo 154 pressione 80 /120 cosa mi consiglierebbe per perdere di peso grazie.
Per sapere quale percentuale avete di massa grassa e massa magra, e capire quindi come dovrete andare a lavorare in maniera specifica, esistono delle pedane impedenziometriche, ossia delle pedane simili a bilance che però, oltre a dirvi il vostro peso totale, grazie ad piccolo circuito elettrico che indolore passerà nel vostro corpo, sapranno specificarvi anche tutte le percentuali che compongono la vostra massa totale: massa grassa, massa magra, massa ossea, idratazione, grasso viscerale, ecc. così da poter lavorare in maniera mirata e non casuale sulla perdita del vostro peso.

Come fare per dimagrire velocemente ed in fretta è quello che si chiedono tantissime persone, spesso ingannate da pubblicità e false ricette miracolose. Chi non vorrebbe dimagrire velocemente e senza sforzo, costringendosi a fare una dieta soltanto per qualche periodo. In realtà per riuscire in questo intento non è necessario evitare di mangiare o fare diete assurde, ma semplicemente è possibile perdere peso ed in fretta mangiando correttamente 5 volte al giorno i cibi giusti. Inoltre è necessario fare attività sportiva, che non significa fare maratone ma semplicemente muoversi, come per esempio fare lunghe camminate o spendere qualche ora alla settimana in palestra.
Il sedano è ricco di iodio e di fibre. Se mangiato crudo è più diuretico mentre cotto è più lassativo, però l’effetto stimolante sulla tiroide rimane identico. Il consiglio è di consumare circa 150 gr di sedano non più di 4 volte alla settimana per evitare di incorrere in colite. Potete abbinarlo a crema tiepida di sedano, pesce al vapore e frutti di bosco.
La Società può utilizzare i dati di navigazione, ovvero i dati raccolti automaticamente tramite i Siti della Società. Pacini editore srl può registrare l’indirizzo IP (indirizzo che identifica il dispositivo dell’utente su internet), che viene automaticamente riconosciuto dal nostro server, pe tali dati di navigazione sono utilizzati al solo fine di ottenere informazioni statistiche anonime sull’utilizzo del Sito .
Idratarsi è fondamentale per l’attivazione del metabolismo e quindi per bruciare grassi, ma anche per la regolazione della temperatura corporea e della pressione sanguigna. Inoltre, una corretta idratazione favorisce il controllo dell’appetito. Bere un bicchiere d’acqua immediatamente prima del pasto può aiutarti addirittura a ridurre la quantità di cibo e, di conseguenza, a perdere peso.
Ci tengo a precisare che anche l'estremizzazione della dieta non rappresenta un comportamento corretto. Pur col sostegno di certi integratori alimentari, organizzare la dieta abbattendo i carboidrati (nella speranza di aumentare l'ossidazione dei grassi) può determinare l'incremento eccessivo del catabolismo muscolare; è dunque sufficiente assumere non meno del 45% di carboidrati, a basso indice glicemico e facendo attenzione a non eccedere con le porzioni (un carico glicemico eccessivo potrebbe sollecitare eccessivamente l'aumento di insulina).
Normalmente una donna nasconde i difetti, per mettere in mostra le parti migliori. Gonne lunghe e stivali occultano grossi polpacci, minigonne mettono in risalto gambe affusolate. II maglione fa da alibi all’assenza di seno, il reggipetto sostiene tettone pendule per esibirle su di un solido davanzale. In sintesi: tutto quello che una donna copre, tu, dallo scontato per brutto. https://www.youtube.com/watch?v=8Y3V_TOPctM
Ai colleghi che divulgano e consigliano certe strategie dimagranti pur conoscendone i risvolti, rammento che è possibile scrivere un buon articolo rimanendo deontologicamente corretti e soprattutto professionali; a chi invece le condivide ignorando tali aspetti suggerisco di "affrettarsi" nell'intraprendere gli studi accademici necessari per operare nel campo della dietetica e della dietoterapia.
•Ma sono indicati anche orzo, polenta, amnaranto o quinoa. Ne bastano 80 g a porzione e vanno accompagnati da verdure di stagione cottte o crude e da un alimento proteico a scelta: carne (120 g); pesce (150g se grasso, come il tonno o lo sgombro; 200 g se magro, come la sogliola o il nasello); legumi come fagioli, lenticchie, ceci ecc (4 cucchiai); uova (2); seitan o tofu (150-200 g).
Trovare il piano per perdere peso più appropriato per te, e la unica soluzione che ti resta per avere risultati migliori.  Il miglior piano e quello che si adatta al tuo stile di vita. Cioè il tuo programma. Includerai le abitudini alimentari? Un buon livello di fitness e probabilmente ti permetterà di varare sulla vostra dieta, e quindi includere giornalmente un regalino dolce per non saziare quella voglia di qualcosa di buono… 
Per le spose più tradizionaliste, si possono scegliere anche guanti decorati, lunghi o corti, capaci di dare quel tocco in più, chic e raffinato. Il raso e il pizzo rimangono i due tessuti più richiesti e il bianco il colore più gettonato. Perfetti prima della cerimonia, si tende a non indossarli più, per avere le mani libere per l’anello, ma spesso si possono rimettere per le foto e per il tragitto dalla cerimonia al ricevimento. https://www.youtube.com/watch?v=Hg_2edlILdM
Numero di pasti: la prima cosa da fare per riattivare e/o velocizzare il metabolismo è aumentare il numero di pasti giornalieri da 3 a 5 o addirittura 6. Ciò vuol dire che ai 3 pasti quotidiani dobbiamo aggiungere qualche spuntino leggero. Così facendo sentiremo meno il bisogno di mangiare molto durante i pasti regolari e di conseguenza il nostro corpo non sentirà la necessità di aumentare i livelli di insulina per digerire grandi quantità di cibo.

Un esempio potrebbe essere una corsa veloce della durata di 20 secondi seguita da un riposo della durata di 10 secondi, in cui volendo possiamo anche decidere di camminare (riposo attivo). Questo tipo di allenamento è concentrato in un periodo breve e intenso che porta ad un alto dispendio energetico durante e dopo la fine dell’allenamento… esatto, continuerete a bruciare calorie per ore e a riposo! Non è fantastico? https://www.youtube.com/watch?v=TyXnVTALGM0

×