Alimenti indispensabili: per iniziare a dimagrire in una settimana ci sono alcuni tipi di alimenti che dobbiamo tener presente. Innanzitutto la verdura, ma non tutte le verdure, bensì quelle con pochi amidi perché aumentano l’assunzione di fibre e ci fanno sentire sazi prima. Altri cibi indispensabili sono quelli integrali i quali regolando il livello d’insulina, la quale favorisce l’accumulo di grassi, impediranno al vostro corpo di produrne altra. Una grande fonte d’insulina sono i carboidrati semplici, perciò è necessario ridurne l’assunzione.
Cucina le patate con la buccia (sia al forno sia come purea); se decidi di toglierla, trasformala in uno snack sano. Cospargila con olio di oliva, rosmarino, sale e aglio prima di infornarla a 200 °C per 15 minuti. Mangiando le bucce di patata assumi dosi maggiori di vitamine e minerali rispetto a quelle che puoi ottenere dalla sola polpa (ricorda solamente di scartare le porzioni verdi).

Per semplicità possiamo suddividere il grasso corporeo in due grossi tipi: sottocutaneo e viscerale. Come riconoscerli? Il grasso sottocutaneo è situato in superficie, tra pelle e muscoli. Per intenderci, è quello che possiamo afferrare. Lo troviamo sugli arti, sui glutei e sul tronco. Il grasso viscerale è situato in profondità attorno agli organi centrali del corpo come il fegato, l’intestino e il cuore. Non possiamo afferrarlo, ma solo comprimerlo.


Non è possibile dimagrire velocemente senza bruciare i grassi con il prezioso aiuto dello sport. Se non avete una grande attitudine sportiva eccovi tutti i nuovi trend del fitness per il 2015>> che vi aiuteranno a cercare gli esercizi più adatti a voi. Se invece la pigrizia vi ha demotivate e tenute lontane dalla palestra, ecco qui 10 buoni motivi per andare in palestra e non mollare>>
Per perdere peso è necessario cambiare atteggiamento nei confronti del cibo e, soprattutto, imparare a capire la differenza tra il cibo di cui abbiamo bisogno e quello che ci crea piacere ma di cui non abbiamo bisogno. L’elemento di cui non abbiamo assolutamente bisogno, o di cui abbiamo bisogno in maniera estremamente moderata, è lo zucchero: lo zucchero fa aumentare l’insulina che abbiamo nel corpo e per questo motivo crea dipendenza. Inoltre, è un prodotto che non apporta alcun beneficio al nostro corpo ma, creando dipendenza, ci sembra sia indispensabile alla nostra sopravvivenza. Se vuoi perdere peso e, soprattutto, eliminare la dipendenza dallo zucchero raffinato devi togliere lo zucchero dalla tua dieta: quando si parla di eliminazione dello zucchero dalla dieta, si intende non solo lo zucchero raffinato ma anche il fruttosio (la frutta), il saccarosio e tutti i sostituti dello zucchero.
Bevande zuccherate come quelle gassate, i succhi di frutta e le bibite energetiche, unitamente alle caramelle, ai dolci e ai pasticcini, possono contribuire ad aumentare il grasso viscerale. Inoltre, anche i cibi a base di farina bianca raffinata o gli alimenti molto lavorati contenenti carboidrati, come le patatine fritte, i cracker, il pane bianco, la pasta di farina bianca o il riso bianco, sono responsabili dell’accumulo di grasso.[15]
Inizia a cucinare. L'unico vero modo per controllare veramente ogni nutriente e caloria che entra nel tuo corpo è cucinare in prima persona. Anche se ogni ristorante oggi offre dei piatti sani, non puoi mai sapere cosa si nasconde nel condimento dell'insalata o che tipo di olio viene usato per cuocere le verdure. È meglio cucinare da soli per essere in grado di controllare del tutto ogni boccone.
Come risolvere il problema? Per esempio, mangiando la mela cotta invece che cruda o scegliendo gli agrumi che hanno zuccheri che non fermentano. E poi ovviamente, nel caso delle leguminose (in questo caso la parte che fermenta è la buccia) puntare sulle lenticchie rosse decorticate o sui piselli che hanno una buccia più sottile che fermenta molto meno.
Una piccola nota prima di procedere: sentiti libero di scegliere quale dei seguenti suggerimenti e trucchi che usi. In base all'età del bambino in questione e a quello che fanno sull'iPad, alcuni dei suggerimenti semplicemente non si applicano. Abbiamo organizzato i suggerimenti approssimativamente in ordine dell'età del bambino con i primi consigli più applicabili ai bambini più piccoli e gli ultimi suggerimenti più applicabili ai bambini più grandi.
Spesso, quando si è alla ricerca di un regime alimentare, ma non si ha molto tempo a disposizione, si pensa immediatamente a sacrifici e privazioni, ma non sempre è la scelta migliore. A volte basta iniziare consumando i cibi giusti, per esempio quelli che aiutano a bruciare i grassi. Dobbiamo dire che, in realtà, non esistono cibi che da soli hanno questo potere, però alcuni alimenti agiscono sul nostro corpo aumentando il senso di sazietà e attivando il metabolismo, che così è portato a bruciare un numero maggiore di calorie.
abiti da sposa a balze o drappeggiati: si tratta di due varianti dell’abito da sposa principessa, soprattutto per quanto riguarda la forma della gonna: nell’abito da sposa con le balze è importante, a strati e molto voluminosa, ideale per ricreare l’effetto nuvola per spose esili e molto alte, mentre nel caso del drappeggio, la gonna è ornata da ampie pieghe che donano volume e ricadono con armoniosa eleganza scultorea.

Se pensate che il digiuno possa farvi dimagrire velocemente, vi sbagliate di grosso. Digiunare rallenta il metabolismo, il primo responsabile del dimagrimento, e soprattutto vi priva di energie preziose che vi servono per affrontare la vita quotidiana. Mangiate cibi sani e non saltate i pasti, affidatevi a centrifugati detox a base di frutta e verdura e avvicinatevi ad alimenti dalle proprietà dimagranti come lo zenzero.
Questo è il primo punto importante da tenere a mente: diete efficaci per perdere peso ci sono ma funzionano al meglio, in generale, per chi è in forte sovrappeso. Se i chili da perdere non sono molti, non ci si può aspettare un calo della bilancia netto e deciso, queste diete drastiche infatti non sempre possono funzionare. Sarebbe molto più opportuno ragionare su una ricomposizione corporea, ossia un modellamento del proprio corpo che vada al di là del peso indicato sulla bilancia.

Alimenti indispensabili: per iniziare a dimagrire in una settimana ci sono alcuni tipi di alimenti che dobbiamo tener presente. Innanzitutto la verdura, ma non tutte le verdure, bensì quelle con pochi amidi perché aumentano l’assunzione di fibre e ci fanno sentire sazi prima. Altri cibi indispensabili sono quelli integrali i quali regolando il livello d’insulina, la quale favorisce l’accumulo di grassi, impediranno al vostro corpo di produrne altra. Una grande fonte d’insulina sono i carboidrati semplici, perciò è necessario ridurne l’assunzione.


Invece, ecco che è piombato all'improvviso quell'invito irrinunciabile, che sia un party esclusivo, una festa in cui c'è proprio quel tipo che ci incuriosisce o un invito all'ultimo momento di una cara amica che non vediamo da anni, il risultato finale è sempre uno: quei rotolini in più sul girovita che avevamo deciso di ignorare, tornano a fare capolino prepotentemente e ci ritroviamo sempre con lo stesso obbiettivo, perdere peso in poco tempo. Anzi, peggio ancora, questa volta abbiamo bisogno di una dieta lampo, un rimedio rapido sulla scia del famoso detto 7 kg in 7 giorni, una dieta veloce ed efficace che, però, non ci rovini la salute.

La pancia gonfia è causata spesso non soltanto dall'accumulo di grassi, ma anche da stress, ansia e altre difficoltà emotive e psicologiche, che rendono faticosa la digestione. In molti casi, la vita quotidiana frenetica costringe a mangiare di fretta, in modo poco equilibrato e soprattutto non masticando bene, causando spesso l'ingestione di aria (aerofagia) che gonfia lo stomaco e rallenta la digestione. Oltre ai rimedi naturali per sgonfiare la pancia, come l'assunzione di integratori alimentari di carbone vegetale, o le tisane al finocchio, al carciofo o alla malva, è necessario innanzitutto prendersi cura di se stesse. Per avere una pancia piatta in poco tempo, oltre a seguire i consigli che trovi qui sotto, devi innanzitutto prenderti cura di te. Cerca di trovare dei momenti quotidiani di calma e relax, assumi una postura eretta, soprattutto da seduta, in modo che l'addome non si rilassi eccessivamente e resti tonico, e soprattutto fai esercizi di respirazione, assieme ai massaggi, per mantenere tonicità nell'alto e nel basso addome. E adesso è arrivato il momento di approfondire le 5 regole d'oro da seguire.
L’abbigliamento Nike da donna è pensato per adattarsi ai tuoi movimenti. Che tu cerchi una t-shirt, dei pantaloncini o una felpa con cappuccio per il tuo prossimo allenamento o semplicemente per il tempo libero, Nike propone un’ampia gamma di indumenti da donna i cui diversi stili si adattano alla tua personalità. Non perderti la nostra collezione Sportswear, per un comfort e un look d’eccezione nella vita di tutti i giorni. Consulta la nostra guida di reggiseni per beneficiare di un sostegno ottimale che faciliterà i tuoi allenamenti e completa il tuo outfit con pantaloni o tights di tendenza e con il tuo paio di scarpe Nike preferite.

Progettazione e trasformazione costituiscono il ponte temporale che permette ad un capo del passato di poter essere completamente trasformato dalla forma originale per assumere una nuova dimensione contemporanea consentendogli di essere  indossato oggi, magari con funzioni diverse dalle originali,  per continuare a suscitare un'emozione in chi lo incontra. L'inevitabile diversità di questo tipo di produzione diventa così una ricchezza per tutti, per chi lo indossa e per chi lo vede indossato. Questo è il vero senso del progetto, dare una seconda vita alla moda del passato, recuperando la materia prima, altrimenti gettata, e  inserirla nuovamente con una valenza stilistica innovativa in un circuito vitale dove continua a vivere in ambienti diversi e con nuove ed interessanti storie da raccontare.

Il grasso sulla pancia, detto anche grasso viscerale, è quello che si accumula dentro e fuori gli organi addominali. Questo grasso aumenta il rischio di sviluppare tumori, pressione alta, ictus, demenza, cardiopatie e diabete.[1] Non è possibile perdere peso o grasso corporeo in eccesso in una settimana, soprattutto quando si tratta di grasso sulla pancia o viscerale. Per godere di buona salute e perdere il grasso addominale, è necessario modificare le abitudini legate all’alimentazione, all’esercizio fisico e allo stile di vita per un lungo periodo di tempo. Tuttavia, in una settimana è possibile iniziare a cambiare in modo significativo lo stile di vita e favorire il benessere.
Aggiungi un po' di allenamento di resistenza alla tua routine. Uno studio realizzato nel 2006 e pubblicato su una rivista americana specializzata in sport e nutrizione ha rilevato che associare l'attività cardiovascolare (aerobica) a esercizi di resistenza è un metodo più efficace rispetto al solo esercizio cardio per sbarazzarsi del grasso addominale.[11] Puoi fare attività di resistenza con i manubri, le macchine per i pesi o le fasce di resistenza, oltre ad allenarti su una base instabile per aumentare l'attività muscolare.
I frutti di bosco sono ricchi di ferro e vitamina C, ma anche di tannini e antocianine, sostanze che favoriscono la circolazione e rinforzano le pareti dei capillari, prevenendo la ritenzione idrica. Si consiglia di consumarne circa 100 gr a colazione, alternando i diversi tipi di frutto: in particolare, fragole e lamponi agiscono benissimo sul metabolismo, mentre more e mirtilli sul microcircolo. L’abbinamento perfetto consiste nei frutti di bosco, yogurt e cereali integrali in fiocchi, soprattutto per la colazione mattutina.
Bisogna evitare di mangiare tra un pasto e l’altro: se proprio c’è un attacco di fame bisogna cercare di sopprimerlo bevendo dell’acqua, un caffè o un tè senza zucchero. Per ridurre il senso di fame, prima dei pasti si può bere un bel bicchiere d’acqua e mangiare un’insalata poco condita. Andrebbero evitati i condimenti troppo grassi (sughi elaborati, panna, burro formaggi), optando per l’utilizzo di poco olio d’oliva. I carboidrati sono permessi in piccole dosi e senza grassi aggiunti. Sarebbero da eliminare le bibite gassate, quelle zuccherate e gli alcolici: al massimo un bicchiere di vino rosso al giorno.
A me piace molto. Posso mettere i miei pantaloni di sempre tenendo aperta la zip ed allargando il bottone. Certo, è necessaria una maglietta lunga che copra la zip aperta (la zip non è coperta) ma posso risparmiare un bel po' usando i miei vestiti di sempre. Adesso sto usando il primo bottoncino quindi ho allargato i pantaloni veramente di poco ma la pressione sulla pancia sarebbe stata insopportabile altrimenti.
Siamo arrivati al raso, conosciuto anche come satin, sebbene il satin sia in realtà una particolare lavorazione del raso stesso. Il raso in seta è la variante più pregiata, morbido, corposo, particolarmente lucido e liscio, perfetto per applicarvi dettagli preziosi, che risalteranno come su nessun altro tessuto. Il raso può essere di pura seta, raso duchesse, shantung satin, a seconda delle fibre di seta con cui viene lavorato, ma non perde mai i suoi requisiti di vestibilità e morbidezza. Proprio questi ultimi due aspetti rendono il raso il tessuto perfetto per abiti da sposa sottoveste che scivolano lungo il corpo in maniera molto sensuale e sofisticata, per spose dalla linea sottile e dalle forme sinuose e proporzionate.
Abito da sposa e cerimonia su misura corto, realizzato in chiffon con scollo dritto senza spalline. Sul decollette è apllicato un fiore in tessuto da cui parte una fascia che gira intorno all'abito e forma un leggero coprispalle se tirata su. Chiusura sul retro con zip.L'abito non è preconfezionato, ma sarà realizzato appositamente per te e cucito sulle tue misure.

Per dimagrire velocemente ed in maniera tale da conservare i risultati a lungo termine evitate di digiunare o di fare diete drastiche e miracolose. Con il digiuno infatti non andrete a colpire il grasso presente nel corpo, ma solamente le riserve di acqua ed i tessuti muscolari. Questo perché il corpo umano quando andate a digiunare protegge le riserve di grasso necessarie a sopportare il momento di crisi, e per prima cosa usa le riserve di acqua e soprattutto i tessuto muscolari.


Prendersi il tempo di studiare e programmare il proprio piano unico e specifico. Programma tu stesso il piano. forse ci vorranno giorni a studiarlo. Ma nel farlo vedrai cosa si deve realmente fare per vedere una dieta che da risultati.​ Poi man mano si aggiungono le nuove scoperte al piano. Se e una scelta duratura di avere un corpo ideale per te allora il piano sara duraturo e si adatterà costantemente. Aggiungendo alimenti e ricette che prima non pensavi possibili.
E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi. Le immagini utilizzate provengono spesso dal web e appartengono ai loro legittimi proprietari. Nel caso di involontarie violazioni del copyright si prega di darne comunicazione alla redazione a mezzo email presso l'indirizzo di posta elettronica redazione@dimagrireduepuntozero.com, avendo cura di specificare se è richiesta la rimozione del contenuto protetto.
Quindi a te che come me non butti mai via niente, perché non si sa mai che un giorno potresti rientrare nei tuoi vecchi vestiti... Sì, proprio a te dico che fai bene! Perché i vestiti sono il vero indice di quanto stai dimagrendo. E della forma del corpo che cambia. Anche se non sei magrissima ma fai sport, vedrai dopo poco la metamorfosi a cui il tuo corpo va incontro.
L’abito da sposa sottoveste è una variante dell’abito da sposa a tubino, con cui ha in comune la mancanza totale di volume. La differenza è nel tessuto e nella struttura: l’abito da sposa sottoveste scende lungo il corpo in maniera morbida e scivolata, proprio come il capo di lingerie da cui prende il nome e il tessuto in cui è realizzato, leggero e lucido (spesso seta, raso o duchesse) avvolge la silhouette della sposa come una seconda pelle, evidenziandone le forme più pronunciate. L’abito da sposa sottoveste è essenziale, certo, ma estremamente elegante, reso incantevole anche dall’ampia scollatura che evidenzia le forme del seno e dalle spalline sottili che, spesso, sulla schiena, sono arricchite da strass e dettagli luminosi o ricami in pizzo.
1.  Prima di recarti in Atelierper la prova dell’abito, documentati guardando foto di abiti pubblicate su internet, nel nostro sito o sulla pagina Facebook dove condividiamo gli abiti in anteprima quando andiamo ai vari Fashion Show, o ovunque tu preferisca, per cercare di individuare lo stile dell’abito che più rispecchia il tuo gusto. E se riesci  salvati le immagini, perché quando verrai a trovarci in Atelier ti chiederemo di descriverci come t’immagini il tuo abito e le foto sono di grande aiuto.

Per accelerare la perdita di peso e raggiungere un ventre, aumentare il tuo esercizio cardio per 300 minuti di moderata intensità esercizio aerobico a settimana, o l'intensità ad un livello vigoroso per 150 minuti alla settimana. Leggere le etichette quando si negozio di alimentari di evitare ad alto contenuto calorico e gli elementi alto contenuto di grassi.
"Gli abiti che hanno una linea ad A poco pronunciata, più graduale, sono i più indicati per le forme a mela", afferma la designer "la sposa dovrebbe scegliere un abito con corpetto ricco di strati di stoffa o decori, e pensare anche a ruches o dettagli di pizzo che arricchiscano il corpetto stesso. Va bene anche uno scollo a V profondo, che sottolinea il seno ma al tempo stesso assottiglia il busto e la linea".
Il vestito è importante nelle relazioni sociali: sappiamo che per certe occasioni è meglio indossare certi abiti e non altri; i vestiti servono per sedurre e piacere , per essere ammirati, o semplicemente per sentirci ‘a posto’, rispettabili agli occhi degli altri. Il vestito è quindi una specie di ‘maschera sociale’ che ci permette di essere a nostro agio con gli altri, di sentirci parte di un gruppo.
Fluido, strutturato, prezioso, romantico, essenziale, ogni abito da sposa ha il suo prezioso alleato nei tessuti col quale è stato realizzato, ma attenzione, care amiche spose, non è così semplice orientarsi in questo mare di proposte e alternative. Ecco perché abbiamo pensato di scrivere una guida che vi aiuti a capire le differenze tra un tessuto e l’altro, cercando di creare un glossario che vi consenta di riconoscere immediatamente i diversi tipi di tessuto per abiti da sposa.
Dagli anni 70 il designer italiano Claudio Grotto si è incaricato di fabbricare e distribuire i prodotti del marchio Gas assicurando un eccellente livello di qualità a tutta la clientela. Lo stile contemporaneo dell’abbigliamento Gas si fa notare per il suo aspetto atemporale, in grado di adattarsi a differenti stili di vita e moltissime occasioni. Oltre alle tendenze, i design della moda gas sono versatili e permettono di creare combinazioni molto moderne, perfette le necessità della donna di oggi.
Abito da sposa classico realizzato in tulle, organza e raso. Il bustino ha un particolare scollo formato da due veli di tulle che arrivano dietro la schiena, lasciando vedere lo scollo a cuore sottostante. Fascia in vita di colore in contrasto. Gli strati interni della gonna sono decorati con applicazioni in pizzo. Chiusura sul retro con zip.Abito non preconfezionato, ma cucito sulle tue misure.
La fase di attivazione ha lo scopo di riattivare il metabolismo ed è caratterizzata da un’alternanza fra giorni in cui si assumono poche calorie ad altri in cui l’introito calorico è più consistente. Si reintroducono alcuni tipi di carboidrati. Nella fase di attivazione si dovrebbero perdere dai 2 ai 4 kg circa a seconda dei casi (sostanzialmente circa la metà di quello che si dovrebbe perdere nella prima fase).
Ribadiamo ancora una volta che l'obbiettivo di chi dimagrisce velocemente NON deve oltrepassare quello dei 4kg al mese (meglio 3!). Spesso, la pratica di alcune strategie alimentari "estreme" porta alla perdita ultra rapida di liquidi, il che, inutile dirlo, non corrisponde ad un vero e proprio dimagrimento, bensì ad una disidratazione. Per evitare ciò, è fondamentale anzitutto rispettare l'equilibrio nutrizionale ed in particolar modo la quota di carboidrati; ciò esclude a priori tutte le diete iperproteiche, chetogeniche e le low carb in generale. Parallelamente, una porzione insufficiente di lipidi comporta la riduzione inevitabile dell'introito di vitamine liposolubili ed acidi grassi essenziali complessivi. Per quel che concerne le proteine, rimando le molte considerazioni salutistiche agli articoli delle diete iperproteiche. Ovviamente, anche un regime alimentare TROPPO ricco di glucidi è controproducente, a causa dello stimolo massiccio che questi esercitano sul rilascio di insulina, l'ormone anabolico responsabile del deposito adiposo; anche la forma chimica di questi ultimi costituisce un elemento discriminate, poiché digeribilità, velocità d'assorbimento e metabolizzazione (in genere legati al processo di raffinazione degli alimenti) incidono sull'indice glicemico, quindi sullo stimolo dell'ormone su menzionato.
Lo stile principesco è un matrimonio che non passa mai di moda. Da sempre nei desideri di molte future spose, è il classico e tradizionale matrimonio da sogno, con un abito da sposa con gonna ampia, lo strascico e, magari, anche un velo importante, che ricade sulle spalle. Può essere perfetto anche un elegante modello a sirena, elegante e raffinato, che faccia sentire la sposa una vera e propria principessa. Per questo tipo di matrimonio, i dettagli sono importanti, come i fiori, nel bouquet come nelle decorazioni, e nei dettagli dell’acconciatura e dei gioielli della sposa, punti luci fondamentali per un look naturale ma assolutamente principesco.

Il raso è un tessuto leggermente lucido, raffinato e di ottima vestibilità, mentre lo chiffon si contraddistingue per la sua eleganza e leggerezza, così come il pizzo. L’organza è un tessuto elegante e sensuale, ottimo per creare effetti di trasparenza, mentre il tulle, caratterizzato per la sua particolare morbidezza, è perfetto per giocare con le gonne ampie. Infine, il taffetà: è un tessuto più rigido, capace di modellare le forme della futura sposa.
Questo prodotto mi ha subito entusiasmata ed e' una valida alternativa all'acquisto di più capi premaman. I capi premaman li ho comunque dovuti acquistare ma riesco a cambiarmi spesso e a mettere i miei vecchi jeans e pantaloni slim Fit con una maglia che copra la zip. Sono contenta e credo che mi serviranno ancor di più tra un mesetto , ora son quasi al 4 mese e l'elastico più piccolo risulta ancora troppo largo. Pacco arrivato quasi subito. Tutto perfetto direi. Grazie.
Il terzo esempio è ideale per la donna rettangolo o triangolo inverso ovvero per chi ha la vita dritta o poco segnata perché sottolinea la proporzione delle spalle con il bacino ma passa in secondo piano il tuo punto debole ovvero la vita. In consulenza di immagine quando si vuole distogliere l’attenzione da un punto debole si dice “far scivolare lo sguardo da..” Chi guarda la sposa non è attirato in quel punto e quindi quel punto non è messo in evidenza e lo sguardo scivola.

Gli autoabbronzanti sono dei prodotti generalmente sotto forma di crema, salvietta o spray che, grazie all’azione del Dha (un estratto della canna da zucchero), riproducono l’effetto dell’abbronzatura solare. Le formulazioni di ultima generazione riducono al minimo il rischio di macchiare il vostro meraviglioso abito da sposa in pizzo. Attenzione, però, a non dimenticare alcune accortezze: prima di tutto, provate il prodotto qualche mese prima, per assicurarvi di non riscontrare nessun effetto secondario. Poi, applicate l’autoabbronzante almeno dieci minuti prima di vestirvi, avendo cura di lavarvi accuratamente le mani dopo averlo steso per bene. Infine, assicuratevi di avere una pelle ben idratata per un effetto più naturale.
«L’accumulo di grasso nel fegato si chiama steatosi epatica (comunemente detta fegato grasso, lo stessa che viene artificialmente indotto in oche e anatre per fare il foie gras ndr.) e comporta di fatto un aumento di volume dell’organo, con caratteristiche di benignità e reversibilità fino a un certo punto. – spiega Ferrero – Se in alcune persone o in determinati casi il processo progredisce questo accumulo di grasso si infiamma e degenera in steatoepatite che può progredire fino alla cirrosi epatica indipendentemente dall’assunzione di alcol (si parla di accumulo intraepatico). »
Il raso è un tessuto leggermente lucido, raffinato e di ottima vestibilità, mentre lo chiffon si contraddistingue per la sua eleganza e leggerezza, così come il pizzo. L’organza è un tessuto elegante e sensuale, ottimo per creare effetti di trasparenza, mentre il tulle, caratterizzato per la sua particolare morbidezza, è perfetto per giocare con le gonne ampie. Infine, il taffetà: è un tessuto più rigido, capace di modellare le forme della futura sposa. https://www.youtube.com/watch?v=mDHGaU_jGrQ
×