Capita a volte che nel tentativo di ridurre il punto vita si ottengano risultati contrari a quelli sperati. Per esempio il continuo allenamento dei muscoli addominali può causare una eccessiva ipertrofia degli stessi che si traduce in un incremento del volume muscolare e di conseguenza del giro vita (ipotesi in realtà piuttosto rara soprattutto in una donna) . Se però a questo fenomeno, sia pur ridotto, si associano gravi errori nella esecuzione degli esercizi per gli addominali, l'influenza dell'allenamento sull'aumento del giro vita diventa importante.
Prima di parlare di addominali, è importante ricordarsi che va sempre distinta la tonicità raggiunta con gli allenamenti e lo strato di grasso che invece viene eliminato con una dieta equilibrata, ovviamente abbinata a uno sport. Una delle diete dimagranti indicate è quella del supermetabolismo, per esempio, o la dieta Lemme. Risolto il problema del grasso addominale in eccesso, si passa poi agli esercizi da dedicare alla pancia. Ci sono quattro grandi gruppi muscolari che formano i muscoli del ventre: il primo è il retto dell'addome, il muscolo centrale, quello che serve per la postura e viene stimolato nei famosi crunch, cioè i piegamenti addominali in avanti, stando supini. Ci sono poi i muscoli addominali obliqui, che delineano i fianchi e vengono allenati al meglio dal plank laterale, il muscolo traverso dell'addome, che delinea la pancia, e il quadrato dei lombi, che ha una funzione espiratoria e di rilassamento dei lombi. Un programma completo per gli addominali di ogni genere, con diversi esercizi, è l'ideale, ma anche per le più pigre vale un'indicazione: 10 minuti al giorno soltanto di addominali classici, i crunch, ti aiuteranno a restare tonica senza troppi sforzi e in poco tempo!
Aggiungi un po' di allenamento di resistenza alla tua routine. Uno studio realizzato nel 2006 e pubblicato su una rivista americana specializzata in sport e nutrizione ha rilevato che associare l'attività cardiovascolare (aerobica) a esercizi di resistenza è un metodo più efficace rispetto al solo esercizio cardio per sbarazzarsi del grasso addominale.[11] Puoi fare attività di resistenza con i manubri, le macchine per i pesi o le fasce di resistenza, oltre ad allenarti su una base instabile per aumentare l'attività muscolare.
Trovare il piano per perdere peso più appropriato per te, e la unica soluzione che ti resta per avere risultati migliori.  Il miglior piano e quello che si adatta al tuo stile di vita. Cioè il tuo programma. Includerai le abitudini alimentari? Un buon livello di fitness e probabilmente ti permetterà di varare sulla vostra dieta, e quindi includere giornalmente un regalino dolce per non saziare quella voglia di qualcosa di buono… 
Il movimento aiuta a bruciare calorie in eccesso e rimodellare il corpo. Fra le attività fisiche che si possono iniziare a fare partendo da zero e senza bisogno di particolari abilità c’è la corsa. Basteranno 3 uscite alla settimana anche solo di 30/40 minuti per vedere in poco tempo i primi risultati. Se proprio non vi piace correre, camminate: in questo caso mettete in conto un’ora di camminata veloce al giorno per 5 giorni alla settimana.
Usato dalle 14 settimane alle 21,ma avrei potuto continuare ad utilizzarlo. É fondamentale non ingrassare sulle gambe, quindi consiglio di aspettare ad acquistarlo per capire se si resta della stessa taglia dalla vita in giù. Pro: si può usare tutto il proprio abbigliamento con delle maglie lunghe. Contro: venendo a mancare il punto vita i pantaloni tendono a scendere e si tende a continuare a tirarli sù (ci vorrebbero delle bretelle). Alla fine mi ha aiutato a svernare senza abiti premaman e ho potuto acquistare premaman solo per la stagione estiva. Un bel risparmio!
Se Sei sopraffatto dall'enorme numero di app nell'App Store, potresti voler controllare gli elenchi delle app e il motore di ricerca delle app su Common Sense Media, un'organizzazione concentrata sull'analisi del contenuto di tutto, dai libri e Programmi TV per app e giochi online per aiutare i genitori a fare scelte informate su ciò che i loro figli stanno consumando.

A fini di trasparenza e nel rispetto dei principi enucleati dall’art. 12 del GDPR, si ricorda che per “trattamento di dati personali” si intende qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l’ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l’adattamento o la modifica, l’estrazione, la consultazione, l’uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l’interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione. Il trattamento dei dati personali potrà effettuarsi con o senza l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e comprenderà, nel rispetto dei limiti e delle condizioni posti dal GDPR, anche la comunicazione nei confronti dei soggetti di cui al successivo punto 7.
Ricordiamo che il grasso corporeo non è tutto concentrato nel tessuto adiposo ed una minor parte del totale è definito primario o essenziale. Pari al 3-5% nell'uomo e all'8-12% nella donna, il grasso essenziale risulta determinante per il corretto funzionamento della macchina uomo e per la sua sopravvivenza. E' compreso in: membrane cellulari, midollo osseo, tessuto nervoso (guaine mieliniche), organi (reni, fegato, cuore, polmoni ecc) e mammelle (nella donna). Un dimagrimento eccessivo, come quello che si può osservare nei malati di anoressia nervosa o in certe persone del terzo mondo, può intaccare questi elementi e provocare uno scompenso patologico gravissimo.
Sulla stessa linea degli autoabbronzanti troviamo l’aerografo. Anche questo metodo prevede l’applicazione di un prodotto a base di Dha, in questo caso nebulizzato con una pistola a spruzzo. Anche per l’aerografo valgono le stesse raccomandazioni, ovvero quelle di idratare accuratamente la pelle prima dell’applicazione e di provarlo con anticipo: anche se privo di controindicazioni, è bene essere sicure di non riscontrare effetti collaterali. Questo prodotto, inoltre, ha anche un’azione emolliente e idratante per la pelle. Anche se l’apparecchiatura è in vendita, la scelta migliore è quella di affidarsi a un professionista ed effettuare delle sessioni in centri specializzati. Se volete conoscerne l’effetto prima delle nozze, provatelo per una serata chic con un abito elegante da cerimonia: non ve ne pentirete!
Ciao a tutti, dico solo una cosa, una persona normale con il proprio lavoro e soprattutto se deve cibarsi al bar o al ristorante quasi tutti i giorni, non potra’ mai seguire una dieta simile, ma a parte questo, questa dieta non puo’ andar bene per tutti, si rischia di sbagliare ad esempio se una dieta non è fatta su misura come un abito cucito addosso, c’è il rischio di rovinare il proprio organismo, ci sono diete a tentativi, che una volta mollate ti fanno ingrassare il doppio, rendendo l’organismo dipendente e mandandolo in tilt, oppure chi diventa anoressica perche’ gia’ dotata di un fisico capace di bruciare tante calorie facendo una vita normale, sono casi ma ne ho sentiti tanti, io diffido delle diete fai da te o scritte su internet, sicuro questa elencata sopra è un tipo di dieta interessante ma non puo’ andar bene per tutti, io parlo per esperienza, poi figuriamoci se uno soffre di gastrite non puo’ assolutamente prenderla in considerazione, tante la cause tanti i fattori per andare da un buon medico onesto. ciao ragazzi.
Una premessa: gli abiti da sposa corti incarnano certamente uno stile meno impegnativo. Questo, ovviamente, non significa che non si possa indossare un vestito corto da sposa durante cerimonie più formali. Soltanto bisogna stare più attente a non osare oltremodo, per non risultare eccessive. Il vestito sposa corto deve essere calibrato con attenzione sul vostro corpo, così da ottenere l’aspetto comunque sobrio che si addice a una sposa.
Eppure, nonostante il ruolo importante che giocano, i tessuti per abiti da sposa non sono così noti tra le spose, spesso si fa fatica a distinguere tra seta e raso, tra mikado e duchesse e tra tipi di tessuti apparentemente simili, ma in realtà molto diversi tra loro. Esistono tantissimi tipi di tessuto per abiti da sposa, alcuni più indicati di altri per determinati modelli e spesso la scelta di impiegare chiffon invece di georgette, tulle piuttosto che voile, dipende in buona sostanza dalla linea che si desidera regalare all’abito da sposa e da ciò che dovrà trasmettere alla sposa che vorrà indossarlo.

«L’accumulo di grasso nel fegato si chiama steatosi epatica (comunemente detta fegato grasso, lo stessa che viene artificialmente indotto in oche e anatre per fare il foie gras ndr.) e comporta di fatto un aumento di volume dell’organo, con caratteristiche di benignità e reversibilità fino a un certo punto. – spiega Ferrero – Se in alcune persone o in determinati casi il processo progredisce questo accumulo di grasso si infiamma e degenera in steatoepatite che può progredire fino alla cirrosi epatica indipendentemente dall’assunzione di alcol (si parla di accumulo intraepatico). »
L'equilibrio nutrizionale prevede una ripartizione dei macronutrienti energetici pari a: circa il 45-65% di carboidrati, il 25-30% di lipidi ed il resto dell'energia rimanente in proteine; le percentuali possono variare leggermente. Inoltre, la dieta deve garantire l'apporto di sali minerali e vitamine, oltre che di fibre ed altre componenti nutrizionali (fitosteroli, lecitine, polifenoli ecc)
Quando si sceglie l’abito da sposa spesso ci si sofferma sul modello e sul colore, trascurando uno degli aspetti più importanti: i tessuti degli abiti da sposa! Senza il tessuto, nessun abito sarebbe ciò che è. Pensate, care spose, che prima ancora di disegnare il modello e sceglierne la linea, ogni stilista deve decidere quali tipi di tessuto utilizzare per ciascun vestito da sposa.
Il rilassamento della pelle e dei tessuti sottocutanei della regione addominale è una condizione frequente sia negli uomini che nelle donne dopo i quarant’anni, e non di rado anche prima. Soprattutto nelle donne che hanno avuto una o più gravidanze, oppure in coloro che hanno perso peso rapidamente, senza accompagnare la dieta all’esercizio fisico mirato a tonificare i tessuti e i muscoli dell’addome. Uno scorretto stile di vita, una dieta povera di proteine e ricca di carboidrati e la sedentarietà sono le principali cause che determinano il rilassamento della parete addominale. Scopriamo insieme cosa fare… https://www.youtube.com/watch?v=zwPxWN41Z3Y
Nel periodo invernale, soprattutto dopo le feste natalizie, l’alimentazione sana viene lasciata un po’ da parte. Se volete perdere peso velocemente e dimagrire mangiando, il segreto è quello di rivedere le brutte abitudini alimentari cariche di grassi e zuccheri per dare spazio ad una dieta composta principalmente da cibi brucia grassi per ottenere effetti immediati.
Come funziona? Alterna sessioni brevi di esercizi ad altissima intensità a periodi più lunghi di esercizi a intensità moderata. Fai dalle 6 alle 10 ripetizioni. Giorno dopo giorno, aumenta gradualmente gli intervalli di tempo di sessione intensa. La maggior parte dei macchinari da palestra è dotata di programmi che prevedono gli intervalli. Puoi selezionare programmi con intervalli sul tapis roulant, la cyclette e l’attrezzo cardiovascolare. Ma puoi scegliere qualsiasi esercizio e trasformarlo in modalità HIIT! Per rendere il tuo allenamento davvero efficace, è importante che tenga conto dei tuoi bisogni, quindi ricorda che, se sei agli inizi, è molto importante consultare un personal trainer, che potrà indicarti la retta via da intraprendere.
Nel nuovo studio, c’è un punto in cui il consumo calorico giornaliero diventa indipendente dall’esercizio. Pontzer lo riferisce equivalente a una camminata di circa 3,5 km al giorno. Church ha fatto però notare che lo studio sembra includere pochi partecipanti con livelli di esercizio molto superiori a questo livello. Tirare conclusioni certe diventa dunque difficile. In più, il consumo dell’americano tipico casca ben lontano da dove lo studio registra l’equilibrio del consumo calorico.
Informandomi di più come funziona il corpo umano, ma sopratutto quello di un donna. Quando si fa esercizio fisico la fame aumenta di botto. Le voglie si moltiplicano molto di più per le donne al confronto agli uomini. Non potevo crederci, ecco perché gli uomini vanno in palestra e gli piace mentre quando lo fa una donna torna a casa con una fame che ci mangeremmo di tutto.
Dando per scontato che per dimagrire sia necessario assumere non più del 70% delle calorie complessive dettate dal fabbisogno quotidiano individuale, opportunamente ripartite in 5 pasti giornalieri, è necessario evidenziare che anche l'attività fisica (intesa come movimenti della quotidianità e pratica motoria) svolge un ruolo fondamentale; essa contribuisce ad aumentare il dispendio energetico totale, a mantenere un buon metabolismo basale e a favorire la tonicità dei muscoli.

Di abiti da sposa in pizzo francese ne esistono di diversi tipi. Il più ‘delicato’ è senza dubbio lo chantilly, (che va per la maggiore negli abiti da sposa 2016) particolarmente indicato con gonne ampie e voluminose, mentre maggiormente decorativo è il pizzo francese rebrodé. Particolare da non sottovalutare, comunque, è che il pizzo francese non va bene su tutti gli abiti da sposa: in particolare, difficilmente si può prestare ad un accostamento con tagli geometrici, che striderebbero di fronte alle fantasiose decorazioni di un pattern così delicato. Gli abiti da sposa in pizzo francese, hanno anche il vantaggio di dare un tocco vintage, soprattutto con gli abiti dai colori bianco, panna o tendenti all’avorio.
In particolare, nell’abito da sposa corto classico il corpetto è solitamente in pizzo. In questo caso, esso può essere ornato con perline, paillette, pietro o altro. Lo scollo, poi, può essere a cuore, mentre sul retro si può trovare un’apertura a V. Per quanto riguarda i tessuti della gonna dell’abito nuziale corto, invece, spesso viene impiegato il tulle, che può contribuire a dare maggiore volume.
Questa dieta è decisamente pericolosa. Può portare, soprattutto in piena estate, ad abbassamenti di pressione, debolezza e astenia. È fortemente ipocalorica ma ha un alto quantitativo di frutta che presenta un indice glicemico molto alto, il quale predispone, quando la frutta è mangiata da sola, a un repentino rilascio di insulina. Tutto questo, a lungo andare, non solo non fa bene al corpo ma, soprattutto, fa si che il potere saziante sia molto basso, di conseguenza si ha continuamente fame. Inoltre, mancano in questo tipo di alimentazione i grassi, le fibre e la quota proteica è troppo ridotta.

buon giorno dottore ho 77 anni sono alto 1,80 peso 87 kg tutte le mattine faccio 20 minuti di cyclet non prendo latte a colazione anche se mi piace moltissimo ,prendo una tazza di the verde con fette biscottate o biscotti a meta mattina piu tre noci ed appena alzato prendo sempre un succo di limone tiepido mangio parecchia verdura e frutta pero non riesco a scendere di peso gli esami sono tutti regolari colesterolo 154 pressione 80 /120 cosa mi consiglierebbe per perdere di peso grazie.


Attività fisica: lo sport per dimagrire è sempre onnipresente poiché non solo ci aiuta a bruciare i grassi ma contribuisce anche a risvegliare il metabolismo. Meglio prediligere attività aerobiche e praticarle almeno 3 volte la settimana. Se non abbiamo questa possibilità possiamo sostituire lo sport con una passeggiata a passo svelto di almeno 30 minuti al giorno.
«Questo grasso crea un’insufficienza nella produzione di insulina che si presenta con la comparsa del diabete di tipo 2 – spiega Ferrero – La riduzione di produzione di insulina, infatti, è propria del diabete di tipo 2, ed è data proprio da un eccesso di grasso depositato a livello pancreatico. Il diabete crea prima l’insulino resistenza, poi il grasso si deposita nel pancreas e riduce la produzione di insulina stessa.»
Se hai visitato uno dei negozi A.N.G.E.L.O., o lo visiterai in futuro, ti accorgerai che ogni nostro prodotto è identificato da cartellini colorati. Ogni cartellino ha un significato particolare ed identifica una linea di prodotto specifica. E’ importante per noi di A.N.G.E.L.O. fornire i prodotti migliori e selezionati ma anche comunicare la loro storia per migliorare la tua esperienza di shopping nei nostri negozi, perché comprare vintage è sia un piacere di acquisto che una immersione nella storia del capo che lo rende unico.
Se hai visitato uno dei negozi A.N.G.E.L.O., o lo visiterai in futuro, ti accorgerai che ogni nostro prodotto è identificato da cartellini colorati. Ogni cartellino ha un significato particolare ed identifica una linea di prodotto specifica. E’ importante per noi di A.N.G.E.L.O. fornire i prodotti migliori e selezionati ma anche comunicare la loro storia per migliorare la tua esperienza di shopping nei nostri negozi, perché comprare vintage è sia un piacere di acquisto che una immersione nella storia del capo che lo rende unico.
Una delle diete estreme più comuni al momento è chiamata "juicing", ovvero una dieta a base di soli succhi. Un'altra dieta molto usata è la Master Cleanse - entrambe si basano su alimenti liquidi. Queste diete offrono risultati rapidi, ma sono molto difficili da seguire e non possono essere sostenute a lungo. Se sei disperato, raccogli informazioni a riguardo, ma usa sempre il buon senso e soprattutto, consulta sempre il medico prima di cominciare.
Sfrutta anche le piccole opportunità per allenarti. Se stai guardando il tuo programma preferito, approfitta delle pubblicità per fare qualche flessione. Quando lavi i piatti, balla. Attraversa il corridoio facendo degli affondi. Ti sembrerà sciocco, ma tutte queste piccole cose fanno la differenza, e ti permetteranno di avere una vita più snella e muscoli più tonici.
Il primo, quello più tradizionale, si basa sull'ossidazione diretta dei lipidi all'interno delle cellule muscolari. Questo tipo di attività fisica deve avere le seguenti caratteristiche: lunga durata (non meno di 25-35', fino a 60-90') e intensità compresa nella così detta fascia aerobica, tendenzialmente lipolitica, che varia in base alla soggettività ma è sempre inferiore alla soglia anaerobica. In pratica, più a lungo ci si allena a intensità moderate, più aumenta lo smaltimento dei lipidi (utilizzati per sopperire alle richieste energetiche dell'allenamento)
Considera di introdurre una sessione in cui non rispettare la dieta. I cicli intermittenti di digiuno e consumo di calorie stanno diventando sempre più popolari. Queste diete si basano sul principio che far assumere molte calorie al corpo è utile, perché evita che l'organismo rallenti troppo il metabolismo. A una settimana dall'inizio della dieta, concediti un giorno per mangiare di più — potrebbe esserti utile per avere successo.[10]
La maggior parte dei browser (Internet Explorer, Firefox, etc.) sono configurati per accettare i cookie. Tuttavia, la maggior parte dei browser permette di controllare e anche disabilitare i cookie attraverso le impostazioni del browser. Ti ricordiamo però che disabilitare i cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del sito e/o limitare il servizio offerto. https://www.youtube.com/watch?v=8bshv_9HWw4
×